PAVONCARS

I 5 COMPONENTI CHE DOVRESTE ASSOLUTAMENTE CONOSCERE SU UN MOTORE DIESEL

August 6, 2019

Da molti viene condannato, accusato di essere un motore “sporco” e recentemente, purtroppo, è stato ingiustamente condannato e accusato di essere il male a livello di emissioni. Niente di più sbagliato perché il motore Diesel ha ancora tanto da dire e risulta, a conti fatti, il propulsore più efficiente a parità di costo carburante ed utilizzo.

 

 

Nella sua continua e perenne evoluzione ha fatto dei passi da gigante: solo 20 anni fa era veramente un motore per generatori di corrente e riscaldamento ma, attualmente, si porta dietro una vagonata di tecnologia fatta di affinamenti e migliorie che nemmeno potete immaginare.

 

Vediamo di scoprire quali sono, tra i tanti, i 5 componenti che contraddistinguono un motore Diesel dal più “pulito e nobile” motore a benzina.

 

 

Corpo Farfallato

 

Componente in comune con il cugino a benzina il corpo farfallato, sul motore diesel, ha un funzionamento e ruolo completamente diverso. Chiariamo: consente l’ingresso dell’aria aspirata nel collettore di aspirazione ma il suo funzionamento non è lo stesso. Essendo il Diesel un motore che lavora per eccesso di aria, la farfalla, in questo caso, non serve per regolare la quantità di aria che entra all'interno del collettore di aspirazione: è sempre aperta essendo il diesel un motore che lavora con un’accensione per compressione e non con un accensione comandata. Quello che viene regolato è semplicemente il quantitativo di gasolio iniettato dagli iniettori.

 

 

A cosa serve quindi? Fondamentalmente per 3 scopi ben precisi:

 

1 - Spegnimento del motore. In questa fase la farfalla viene parzializzata/chiusa per evitare appunto, nella fase di spegnimento, il famoso colpo di ariete che danneggerebbe organi importanti del motore stesso. Provate a chiudere di colpo il rubinetto del vostro lavandino e poi ditemi se non sentite un rumore sordo provenire dall'interno della tubazione. Questa gestione smorza anche le vibrazioni e ci consente di avere uno spegnimento del motore molto più dolce senza scuotimenti.

 

2 - Rigenerazione DPF. In questa fase, per aumentare la temperatura nel DPF e rigenerare, viene parzializzata e conseguentemente viene iniettato più gasolio che, incombusto, raggiunge il DPF e rigenera il sistema. La parzializzazione serve per arricchire la miscela aria/carburante e favorire appunto l’innalzamento della temperatura.

 

 

3 - Ricircolo gas di scarico alta pressione. Quando il valore di pressione dei gas di scarico è al di sotto della pressione atmosferica la farfalla, parzializzando, riduce la pressione nel collettore di aspirazione favorendo l’ingresso spontaneo dei gas al suo interno.

 

 

Pompa del vuoto

 


Calettata spesso direttamente sull'asse a camme, genera la depressione necessaria per il servofreno e per tutte le valvole di controllo che funzionano, appunto, a depressione (valvola Pierburg ad esempio).

 

 

Perché è necessario? Già citato qui sopra: avendo sempre la farfalla aperta, nel normale funzionamento del motore, all'interno del collettore, non viene raggiunta depressione e quindi questa pompa è indispensabile perché genera lei la depressione necessaria!

 

 

Sensore pressione differenziale

 

E’ un sensore che ha due ingressi diversi e misura la differenza di pressione a monte a e a valle ma di cosa?

 

 

A valle del filtro Antiparticolato comunicando alla centralina, attraverso appunto la differenza tra ingresso e uscita, se il DPF è quasi pieno e quindi è necessario rigenerarlo. Se volete controllare il valore di accumulo del vostro DPF (a meno che non abbiate “DEFAPPATO”) basta un multimetro e una misurazione sul valore, in tensione, che restituisce il sensore: più si avvicina a 5 Volt e più il vostro filtro è intasato!

 

 

Attuatore elettronico di gestione della geometria variabile

 

Ha soppiantato, alla grande, l’attuatore a depressione che gestiva l’orientamento delle palette del turbo in funzione della velocità dei gas di scarico.

 

Ora è a controllo elettronico (PWM per la precisione) e consente, passo passo, di regolare l’inclinazione delle palette del turbo per ottimizzare la velocità del compressore e quindi eliminare il lag e ottenere un maggiore rendimento del componente stesso a qualsiasi numero di giri motore.

 

Viene regolato dalla centralina motore che, dopo aver elaborato vari segnali tra cui la pressione nel collettore di aspirazione, il valore di temperatura dell’aria aspirata, la posizione del pedale acceleratore ecc.., lo regola nel modo più efficiente possibile.

 

 

Sensore pressione nel rail

 

Sensore chiave per misurare, puntualmente, la pressione all'interno del flauto del sistema common rail. È un sensore lineare e restituisce un valore in tensione direttamente proporzionale al valore di pressione misurato.

 

 

La sua scala dipende da che valori di pressione raggiunge il sistema e ormai, sono all'ordine del giorno, valori di 2000 bar all'interno dell’impianto.

 

 

Questo per polverizzare meglio il gasolio iniettato ed avere una maggiore efficienza dei consumi e delle emissioni…ma questa è un’altra storia.

 

 

Ho citato solo 5 degli innumerevoli sensori/attuatori coinvolti in un motore Diesel ma vi assicuro che ce ne sono tanti altri. Il motore di RUDOLF è di gran lunga più complicato di quello del collega OTTO ed è stato perfezionato all'inverosimile.

 

Se solo vi dicessi come Mazda lo ha perfezionato…magari in uno dei prossimi articoli. Stay TUNED!

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkedin
Mi piace
Please reload

About Me.

La mia passione per i motori nasce fin da bambino quando mio padre mi faceva guidare le sue automobili tenendomi fra le sue gambe. Il rumore del motore, l’odore di olio, il grasso sulle mani, la velocità sono stati gli ingredienti della mia adolescenza trascorsa perlopiù nel mio garage dove ho imparato a decifrare, da solo,  il linguaggio della meccanica “truccando” motorini e spingendo al massimo le performance del mio kart. Alla fine è arrivata anche una laurea in ingegneria meccanica che mi ha permesso di intraprendere un percorso professionale ricoprendo, sino ad ora, svariate posizioni professionali di rilievo  all’interno di gruppi automobilistici di fama internazionale. Oggi, la passione è ancora di più un amore maturo e consolidato dall’esperienza che voglio condividere con tutti quelli che, come me, sono affascinati dal mondo dei motori e da tutto ciò che gli ruota attorno provando, costantemente, solo e soltanto grandi emozioni.…...............

Stay tuned!

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
Never Miss a Post!
Post Recenti

I 5 COMPONENTI CHE DOVRESTE ASSOLUTAMENTE CONOSCERE SU UN MOTORE DIESEL

August 6, 2019

L'INTERCOOLER: OGGETTO MISTERIOSO MA NON TROPPO

August 2, 2019

HONDA S2000 SUPERCHARGED - MUGELLO

November 23, 2018

1/12
Please reload

  • Facebook Social Icon

Mechanical Engineer, Passionate, Experienced Technician, Trainer, Car Blogger

© 2019 by Pavlito. All rights reserved.

If you want to get in touch with me click here below

  • Facebook Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now